I POPOLI del MARE | I GUANCHES e la DRAKENA

I POPOLI del MARE | I GUANCHES e la DRAKENA

I Popoli del Mare, dal Mediterraneo all’Oriente

I POPOLI del MARE | I GUANCHES e la DRAKENA

I POPOLI del MARE | I GUANCHES e la DRAKENA

<JUBA II Re di Numidia (50 – 23 a.C.):

Racconta Plinio il Vecchio su Storia Naturale che fu il re numida a dare per primo un nome a una delle Isole (Tenerife), chiamandola in Greco “Ombrios” e in latino “Capraia”.

Alle altre il nome di Ciunione Maggiore e Minore, Ningurta (Nevada) e Canaria; quest’ultimo nome per la probabile quantità di enormi Mastini o Dogos del tipo presenti anche in Corsica, Sardinia e di probabile origini dal Caucaso.

La spedizione di Juba aveva scopi di ricerca in campo botanico, geografico ed antropologo.

La relazione di Juba riportata da Plinio il vecchio è la più scientifica relativa alle isole.

Bisognerà aspettare fino al XIII sec. d.C. per avere altre notizie, stavolta grazie a uno… scrittore italiano.

Ma di questo parleremo poi. Juba al parere di Plinio cercava… tinture!

Si proprio come i Shardana nel XVI sec. a.C. secondo uno scritto ugaritico. Si, insomma, cercava la Drakena.

La pianta che fornisce un colorante che sostituiva a un prezzo molto inferiore la stessa PORPORA, notoriamente una invenzione dei Popoli del Mare, presente anche nella Bibbia al tempo di… Mose; ma attribuita dai Greci e dai nostri Archeobuoni ai soliti Fenici!

Una curiosità su Juba II.

Egli era sposato con Cleopatra Selene, figlia di Cleopatra VII e di Marcantonio il “braccio destro” di Cesare.>

I POPOLI del MARE | I GUANCHES e la DRAKENA

Da: I Popoli del Mare, dal Mediterraneo all’Oriente

di Leonardo Melis

Articolo Protetto da Copyright

Leave A Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Related Posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: